Tremul e Corva: Andare a votare l'8 luglio e' un dovere dei connazionali

Tremul e Corva: Andare a votare l'8 luglio e' un dovere dei connazionali

Marin Corva e Maurizio Tremul (foto: Andrea Marsanich / Radio Fiume)

Ieri sera a Palazzo Modello a Fiume incontro con gli elettori di Maurizio Tremul e Marin Corva di Uniti per l'Unione, rispettivamente candidati a presidente dell'Unione Italiana e a presidente della Giunta esecutiva della nostra massima organizzazione comunitaria.

In poco piu' di un'ora hanno esposto ai presenti il loro programma elettorale, esattamente 11 punti, di cui citiano la valorizzazione di attivisti e presidenti delle Comunita', scuola, istituzioni, giovani, cultura, dialetti, coesione, sviluppo economico, rapporti con la Nazione Madre e inserimento organico della nostra Comunita' nazionale nei Programmi europei. 

Hanno promesso il massimo impegno nella realizzazione di questi progetti, rilevando che il loro agire sara' un mix di esperienza, spirito giovanile e continuita', a tutto vantaggio e tutela dei connazionali. Sia Maurizio Tremul che Marin Corva hanno asserito che l'andare a votare fra tre giorni e' non solo un diritto ma anche un dovere per i connazionali. Naturalmente hanno invitato gli aventi diritto a cerchiare il numero 1, quello di Tremul e Corva.

Ecco ora quanto dichiarato ai microfoni di Radio Fiume dai due candidati. Sentiamo dapprima Tremul e quindi Corva:

Tremul e Corva, a cura di Andrea Marsanich

Komentari