Hrvatski radio

Radio Rijeka

All'HDZ 61 e all'SDP 54 mandati, riconfermato Furio Radin

12.09.2016.

15:48

Autor: Sandro Vrancich, Virna Baraba

HRT logo

HRT logo

Foto: HRT / HRT

Alle elezioni parlamentari straordinarie di ieri in Croazia, stando ai risultati ufficiali relativi a tutti i seggi e resi noti poco fa dalla Commissione elettorale statale, la Comunita' democratica croata ha ottenuto 61 mandati.

Alla coalizione capeggiata dal Partito socialdemocratico sono andati 54 mentre Most si e' aggiudicato 13 mandati. Živi zid (Barriera umana) assieme a Cambiamo la Croazia e ad Azione giovani ha conquistato ben 8 mandati. 

La coalizione composta da Dieta democratica istriana, Alleanza litoraneo-montana e Lista per Fiume si e' aggiudicata 3 mandati, il Partito Bandić Milan 365, invece, 2.

Un posto nell'emiciclo parlamentare ad Alleanza democratica della Slavonia e Baranja e a Željko Glasnović della lista indipendente per la diaspora.

L'affluenza alle urne e' stata del 52,59 per cento, piu' bassa di circa 9 punti percentuali rispetto alle elezioni dello scorso novembre.

Zoran Milanović ha annunciato di ritirarsi dalla carica di presidente del Partito socialdemocratico. La decisione, resa nota nella conferenza stampa indetta nel primo pomeriggio a Zagabria, e’ arrivata all’indomani delle parlamentari straordinarie. Milanović non si ricandidera’ alla guida del suo partito. Le elezioni si dovrebbero avere nell’arco di 5 mesi. I candidati a succederlo, stando al quotidiano Novi list, potrebbero essere Tonino Picula, Siniša Hajdaš Dončić, Peđa Grbin e Ranko Ostojić.

Per quanto attiene al seggio garantito della Comunita' nazionale italiana, ancora un mandato per Furio Radin, fatto segno di 1.676 preferenze, il 72,65 per cento. Seconda piazza per Maurizio Zennaro 631 consensi, il 27,35 per cento. 

Uno sguardo ora all'ottava circoscrizione comprendente l'Istria e l'area occidentale del Quarnero. Ad imporsi la coalizione socialdemocratica con il 35,76 per cento. Il secondo posto e' stato appannaggio del Trifoglio guidato dalla Dieta (22,79), il terzo dell'Accadizeta (20 per cento). Al quarto posto troviamo la coalizione guidata da Barriera umana con 7,65 punti percentuali seguita da Most con il 6,48 per cento.  

Furio Radin, dunque, e’ stato rieletto. Il deputato al seggio specifico italiano e’ in carica ininterrottamente dal 1992. Sentiamolo al microfono di Sandro Vrancich: 

Programe Hrvatskoga radija slušajte na svojim pametnim telefonima i tabletima preko aplikacija za iOS, Android i Huawei.