Hrvatski radio

Radio Rijeka

13:37 / 18.11.2013.

Autor: Virna Baraba

Lettera della CI Fiume al sindaco sul cimitero di Cosala

HRT logo

HRT logo

Foto: HRT / HRT

In seguito a quanto accaduto la settimana scorsa al Cimitero di Cosala e agli ingentissimi danni arrecati dalla bora alle tombe cimiteriali, il Comitato esecutivo della Comunita' degli Italiani di Fiume ha deciso di reagire e inoltrare al sindaco di Fiume Vojko Obersnel una lettera nella quale esprime viva e profonda preoccupazione per la devastazione provocata dall’impeto del vento nel camposanto di Cosala.

Normal 0 false false false EN-US X-NONE X-NONE MicrosoftInternetExplorer4

Per i fiumani di lingua italiana il Cimitero monumentale di Cosala è un luogo sacro in cui da secoli riposano le spoglie mortali dei loro cari defunti. I fiumani lo considerano un museo all’aperto che testimonia la ricca storia della città, un prezioso patrimonio artistico, culturale e ambientale cui sono profondamente legati perchè costituisce la memoria storica del loro popolo.

Alle preoccupazioni dei fiumani residenti in città, si aggiungono quelle delle migliaia di fiumani esuli i cui cari sono sepolti da generazioni nel cimitero di Cosala.

La Comunita’ degli Italiani auspica di poter partecipare alle decisioni assunte in merito al sanamento dell’immane danno patito da tombe, cappelle, mausolei e nicchie nonchè dal patrimonio naturale.

Sarebbe auspicabile inoltre l’apertura di uno sportello presso il quale i cittadini possano rivolgersi di persona o tramite posta per denunciare il danneggiamento e per tutte quelle informazioni utili a identificare i danni subiti dalle sepolture degli illustri fiumani che hanno scritto la storia di Fiume, si legge nella missiva del sodalizio di Palazzo Modello al sindaco Obersnel.